zoom_in
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
18,00 €

Il bosco e l'uomo

La foresta e l’uomo, una storia infinita. Nel bene e nel male, la storia dell’uomo, quella dei suoi rapporti con la foresta e più in generale, quello del suo atteggiamento al cospetto della natura. Nel tempo la foresta è stata simbolo del mistero e di paesaggio aspro e selvaggio; luogo di rifugio e di culto, sito di distensione e di ricreazione, entità protettiva e filtro biologico, fonte di conoscenza e soprattutto risorsa insostituibile. Le foreste primigenie nei climi temperati non esistono più. I pochi lembi rimasti, ora per un verso, ora per un altro, vengono manomessi e danneggiati con cadenze inaccettabili. A livello planetario la storia si ripete, e non basta. Il fenomeno si aggrava. L’azione distruttiva aumenta a ritmi esponenziali e il rimboschimento per infinitesimi. Per quanto tempo rimarranno ancora indisturbate le restanti foreste vergini? Il libro è una proposta di dibattito sui valori etici, culturali, scientifici e tecnici della questione forestale. Un’occasione per indicare se, come e perchè gestire il bosco. Un richiamo a valutare il significato del gesto colturale. Un invito alla creatività e alla responsabilità. Una presa di posizione di fronte alla società.

Quantità
warning Ultimi articoli in magazzino

La foresta e l’uomo, una storia infinita. Nel bene e nel male, la storia dell’uomo, quella dei suoi rapporti con la foresta e più in generale, quello del suo atteggiamento al cospetto della natura. Nel tempo la foresta è stata simbolo del mistero e di paesaggio aspro e selvaggio; luogo di rifugio e di culto, sito di distensione e di ricreazione, entità protettiva e filtro biologico, fonte di conoscenza e soprattutto risorsa insostituibile. Le foreste primigenie nei climi temperati non esistono più. I pochi lembi rimasti, ora per un verso, ora per un altro, vengono manomessi e danneggiati con cadenze inaccettabili. A livello planetario la storia si ripete, e non basta. Il fenomeno si aggrava. L’azione distruttiva aumenta a ritmi esponenziali e il rimboschimento per infinitesimi. Per quanto tempo rimarranno ancora indisturbate le restanti foreste vergini? Il libro è una proposta di dibattito sui valori etici, culturali, scientifici e tecnici della questione forestale. Un’occasione per indicare se, come e perchè gestire il bosco. Un richiamo a valutare il significato del gesto colturale. Un invito alla creatività e alla responsabilità. Una presa di posizione di fronte alla società.

Altre informazioni:

Autore: Orazio Ciancio

Anno pubblicazione: 1996

Casa editrice: Accademia Italiana di Scienze Forestali

Caratteristiche: bianco e nero

N° pagine: 335

Formato: 14 x 21 cm

Peso (grammi): 400

Indice Scarica l'indice
Esempio Scarica l'esempio

boscouomo
2 Articoli

Riferimenti Specifici

Prodotti Correlati..

navigation