• Nuovo
zoom_in
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
30,00 €

Decidere l'Ambiente con l'approccio partecipato

Ambiente, acqua, fiumi, territorio ..... sono realtà complesse. Per arrivare a una loro gestione meno insostenibile occorre portare alla luce, comunicare e confrontare visioni del mondo, linguaggi, esperienze, aspettative, percezioni molto diverse e a volte irriducibili. Un approccio partecipato richiede un taglio fortemente interdisciplinare e l’utilizzo di diverse competenze e tecniche e di una notevole quantità di informazione di diversa tipologia. Occorre anche imparare a prendere migliori decisioni, in modo ... migliore. Infatti, interessi locali e il classico approccio “calato dall’alto” (top-down o “di decisione-annuncio-difesa”) spesso paralizzano i processi decisionali. E senza (buone) decisioni, non è possibile agire. Insomma: quante volte avete visto un ingegnere riuscire davvero a collaborare, a pari livello, con un biologo o con un architetto? Un imprenditore ... capirsi con i pescatori? O quante volte avete visto decisioni politiche venir prese davvero sulla base di contenuti tecnici?

Quantità
warning Ultimi articoli in magazzino

Ambiente, acqua, fiumi, territorio ..... sono realtà complesse. Per arrivare a una loro gestione meno insostenibile occorre portare alla luce, comunicare e confrontare visioni del mondo, linguaggi, esperienze, aspettative, percezioni molto diverse e a volte irriducibili. Un approccio partecipato richiede un taglio fortemente interdisciplinare e l’utilizzo di diverse competenze e tecniche e di una notevole quantità di informazione di diversa tipologia. Occorre anche imparare a prendere migliori decisioni, in modo ... migliore. Infatti, interessi locali e il classico approccio “calato dall’alto” (top-down o “di decisione-annuncio-difesa”) spesso paralizzano i processi decisionali. E senza (buone) decisioni, non è possibile agire. Insomma: quante volte avete visto un ingegnere riuscire davvero a collaborare, a pari livello, con un biologo o con un architetto? Un imprenditore ... capirsi con i pescatori? O quante volte avete visto decisioni politiche venir prese davvero sulla base di contenuti tecnici? E , ahimé, quanti splendidi studi (costosissimi) rimangono inutilizzati, diventando immediatamente vecchi, semplicemente perché il nocciolo del problema....sta nelle persone e non nei dati? Per fare un passo avanti, è necessario un taglio fortemente interdisciplinare e la capacità di fondere davvero la dimensione psicologico-social-politica (la “partecipazione”), che caratterizza "il prendere decisioni", con quella tecnico-conoscitiva, dedicata a maneggiare notevoli quantità di informazione di diversa natura e definizione. Questo testo è generale, ma sfrutta l’esperienza del corso sul Taro come traccia logica per esemplificare i concetti e le tecniche chiave a supporto di processi decisionali partecipati, presentati in modo generale.

Altre informazioni:

Autore: Andrea Nardini
Anno pubblicazione: 2005
Casa editrice: CIRF
Caratteristiche: b/n
N° pagine: 444
Formato: 17 x 24 cm
Peso (grammi): 985

Indice Scarica l'indice
Esempio Scarica l'esempio

888811470X
2 Articoli

Prodotti Correlati..

Potrebbe interessarti anche...

navigation